airplanearrow-downarrow-leftarrow-rightarrow-topbrowsebucket-colorbutton-arrowbutton-backcircle-arrowclockcompassdiscountdownload-areadownload-file-greendownload-filedownloademailexternal-linkfaxfiltergridlight-bulblogo-sanmarcomap-markermarker-buttonmarkermarkerspaint-jarprintprodotti-cercaprodotti-finitureprodotti-sistemireserved-arearetailersrollerroutesearchsharesightslider-arrow-leftslider-arrow-rightsocial-facebooksocial-googleplussocial-instagramsocial-linkedinsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubesocialtelephoneuserwebwsdyou-are-here

Bonus facciate 2020

Data di pubblicazione: 18/02/2020
Categoria: NEWS & EVENTI
Tipologia: Applicatori , privati , Progettisti , Rivenditori


di cosa si tratta

A fine 2019, il Governo ha dato l’ok alla nuova Legge di Bilancio che introduce anche il “Bonus facciate”; una detrazione del 90% delle spese sostenute nell’anno in corso, per gli interventi di recupero o ristrutturazione della facciata esterna degli edifici in zona A o zona B (centri storici e zone densamente abitate).

La normativa non fissa un limite massimo di spesa ammissibile: il 90% viene calcolato sull’intero importo speso nell’anno in corso e viene restituito in 10 anni con rate costanti.

Sono quindi ammessi al beneficio gli interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata esterna. In particolare, la detrazione spetta per gli interventi:

- di sola pulitura o tinteggiatura esterna sulle strutture opache della facciata

- su balconi, ornamenti o fregi, ivi inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura

- sulle strutture opache della facciata influenti dal punto di vista termico o che

interessino oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio.

L’agevolazione riguarda, in pratica, tutti i lavori effettuati sull’involucro esterno visibile dell’edificio, cioè sia sulla parte anteriore, frontale e principale dell’edificio, sia sugli altri lati dello stabile (intero perimetro esterno).
 

Chi può usufruirne

Soggetti ammessi al bonus facciate:

- persone fisiche,

-  enti pubblici e privati che non esercitino attività commerciale,

-  società semplici,

- associazioni tra professionisti

I soggetti beneficiari devono possedere l’immobile oggetto dell’intervento al momento dell’inizio dei lavori o del sostenimento delle spese. Possono essere proprietari, usufruttuari, ma anche avere un contratto di locazione, anche finanziaria, o di comodato, purché il proprietario sia favorevole e abbia dato il suo consenso.

 

La Guida ufficiale

Disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate la Guida con tutte le informazioni per fruire della detrazione Bonus Facciate. Scaricala subito